Microcircolo

Quando parliamo di microcircolo parliamo della circolazione del sangue che avviene attraverso i vasi sanguigni di piccole dimensioni, ovvero di capillari, venule e arteriole, all’interno della quale si incontrano il Circolo Arterioso e il Circolo Venoso. Le sue funzioni principali sono, da un lato, il trasporto di ossigeno, ormoni, nutrienti e principi attivi ai tessuti e agli organi, dall’altro, la purificazione degli stessi dalle tossine e dalle sostanze di scarto, come l’anidride carbonica, che ostacolano il normale flusso del sangue e, di conseguenza, influenzano la salute del nostro corpo.

Ad oggi, in campo medico si sta prestando sempre più attenzione al ruolo della “microcircolazione” poiché una sua compromissione sembra essere concausa o attore principale di moltissimi processi patologici che interessano tutti gli ambiti della medicina generale e specialistica, per esempio: diabetologia, angiologia oncologia, reumatologia, ortopedia, neurologia e medicina interna.

Il microcircolo può, quindi, incidere sulla qualità della vita e sulla nostra salute. Tra le diverse patologie microcircolatorie maggiormente diffuse vi sono le microangiopatie e d in particolare, le microangiopatie diabetiche e le acrosindromi vascolari.

Il diabete è una malattia metabolica cronica che a lungo termine può determinare delle complicazioni invalidanti che interessano prevalentemente gli occhi, il rene, il sistema nervoso e il sistema cardiovascolare. In particolare, l’eccesso di glucosio nel sangue favorisce la formazione di prodotti di glicosazione che inducono uno stato infiammatorio della parete interna dei vasi: l’endotelio.
Questa disfunzione endoteliale induce un ispessimento della membrana basale della parete dei capillari e un rallentamento del flusso sanguigno interno, con ripercussioni negative sull’ossigenazione e il nutrimento dei tessuti coinvolti. Tali alterazioni dei capillari sono chiamate microangiopatie diabetiche, che producono le loro conseguenze più significative a livello del rene (portando a nefropatia diabetica) e a livello dell’occhio (caratterizzando la retinopatia diabetica).

Un’altra problematica legata ad un errata microcircolazione periferica è la nota Sindrome di Raynaud caratterizzata da mani e piedi freddi.

Ad oggi esistono diversi estratti vegetali e molecole che sono dei coadiuvanti utili a preservare la parete interna dei vasi sanguigni, in particolare l’endotelio e favorire una corretta microcircolazione determinando un continuo e fisiologico nutrimento e ossigenazione dei tessuti. È stato creato un mix ad hoc per attenzionare sia la microcircolazione delle mani e dei piedi sia all’aspetto vascolare del diabete: Flebomix microcircolo che, grazie a 5 principi attivi scelti (Ginkgo biloba, Bromelina, Red Orange Complex, Resveratrolo, Vitamina E), ha dato prova, tramite studi scientifici, riduce lo stress ossidativo e l’infiammazione a livello dell’endotelio, e migliora la perfusione in modo da favorire una corretta circolazione periferica.

FleboMix Microcircolo

Flebomix Microcircolo è un flebotonico che, grazie ai suoi principi attivi, è studiato per intervenire in casi di circolazione sanguigna irregolare e microcircolazione irregolare.